top of page
  • seobuselli

Rifacimento Facciate a Firenze: cosa devi sapere


rifacimento facciate a firenze esguito dalla ditta edile biemme restauri


Tra gli interventi che consentono di riqualificare e ripristinare la bellezza di un edificio c’è il rifacimento della facciata. Con il tempo e con l'azione degli agenti climatici le facciate possono non solo perdere di bellezza con un progressivo deterioramento ma anche e soprattutto comportare possibili problematiche relative a infiltrazioni di umidità e di acqua nelle zone interne dell'abitazione. Questo genere di intervento infatti andrebbe effettuato almeno una volta ogni 10 anni per provvedere alla tinteggiatura della facciata e alla riparazione di eventuali danni che possono essere causati anche dall'inquinamento atmosferico che corrode le superfici esterne. Per poter procedere è necessario però gestire l'intervento dal punto di vista burocratico ottenendo i permessi previsti dalle normative vigenti e individuando un progetto ottimale che permetta di sfruttare il cosiddetto bonus facciate per un interessante sgravio fiscale. Vediamo tutto quello che c'è da sapere per quanto riguarda gli interventi di rifacimento della facciata.


INDICE ARTICOLO

Rifacimento facciate condominio

L'intervento di rifacimento facciate è tra i più delicati perché deve offrire delle soluzioni ottimali per quanto riguarda la bellezza estetica dell'edificio e garantire quella necessaria protezione della struttura interna.


Serve competenza e professionalità ed è per questo che è indispensabile rivolgersi ad una ditta specializzata come Biemme Restauri che da tanti anni si occupa di rifacimento facciate a Firenze.


Il servizio prevede una prima fase di progettazione tenendo conto delle caratteristiche strutturali e architettoniche dell'edificio e del risultato finale che si vuole conseguire.


Le cose si complicano quando c'è da effettuare un rifacimento della facciata su un condominio perché c'è da mettere d'accordo i vari condomini sul risultato finale e su tante questioni di natura tecnica, economica e di scelta dei materiali.


L'amministratore deve occuparsi di tutto nel migliore dei modi tenendo conto di quanto prevede il regolamento condominiale e delle reali esigenze per cui meglio avere la propria a fianco dei tecnici qualificati come quelli presenti in Biemme Restauri.


È fondamentale scegliere quali sono i lavori che devono essere effettuati per ripristinare la bellezza estetica e la funzionalità della facciata a partire dagli intonaci che devono essere risanati attraverso un'attività che prevede la perfetta rasatura e successivamente tinteggiatura utilizzando degli elementi di decorazione.


Potrebbe rendersi necessario anche la realizzazione di uno strato esterno impermeabilizzante che non permetta all'acqua di infiltrarsi nelle mura perimetrali e quindi causare dei problemi nelle zone interne dei vari appartamenti come la formazione della muffa e le macchie di umido che spesso si paralizzano quando ci sono delle forti piogge.


Eseguire il rifacimento di una facciata in un condominio significa anche il dover gestire degli interventi di ripristino e di ristrutturazione che possono riguardare i parapetti, le canaline di scolo, le ringhiere dei vari balconi e i vari elementi decorativi che devono comunque essere rispettati tenendo conto di quanto prevede il regolamento condominiale.


Si tratta di un intervento molto articolato che richiede l'esigenza di dover gestire il tutto dal punto di vista tecnico, progettuale e burocratico.

Computo metrico rifacimento facciata esterna

Il computo metrico in generale è un elaborato che viene realizzato da un tecnico progettista tenuto conto del risultato che si vuole ottenere e che riporta al proprio interno l'elenco esaustivo di tutte le lavorazioni necessarie per completare l'opera edile.


Nel computo metrico vengono riportati i costi per ogni singolo intervento facendo riferimento al prezzo unitario che verrà poi moltiplicato per il quantitativo.


In fase di progettazione edilizia il computo metrico è fondamentale quindi non solo perché consente a un amministratore di condominio di capire l'entità dell'investimento, ma anche per far sviluppare correttamente al progettista l'intervento tenendo conto anche delle metrature e dei volumi.


Dunque il computo metrico per il rifacimento della facciata esterna è importante anche per organizzare il cantiere edile per l'approvvigionamento perché si può iniziare a valutare il quantitativo di materiali da utilizzare per la rasatura, la tinteggiatura e un eventuale cappotto termico e per lo strato di impermeabilizzazione.


Una volta sviluppato il computo metrico del rifacimento della facciata esterna si potrà quindi procedere anche alla redazione di un altro documento che molto spesso viene confuso ossia il computo metrico estimativo.


In pratica si riprendono le stesse informazioni del precedente documento ossia l'elenco delle lavorazioni da eseguire con i quantitativi e in funzione dei materiali scelti e della manodopera è possibile sviluppare una stima molto realistica sui prezzi unitari.


La stima oltre che essere utile per l'amministratore di condominio che può quindi orientarsi rispetto all'intervento che sta per seguire, è fondamentale sia per il progettista che può organizzare meglio il lavoro sia per il direttore dei lavori che deve tenerne conto per gestire e redigere lo stato di avanzamento dei lavori e anche per l'età di ditte appaltatrici che possono sviluppare in maniera esaustiva un preventivo che tenga conto di tutti i costi e di tutte le questioni.

Rifacimento facciate senza ponteggi

I costi necessari per il rifacimento della facciata possono essere influenzati in maniera importante dall'utilizzo di alcune strutture per rendere più semplice ed efficace il risultato finale come nel caso dei ponteggi.


Certamente si tratta di un ottimo aiuto per operare in sicurezza ma ci sono anche tante altre opzioni da prendere in considerazione soprattutto se il contesto in cui si trova il condominio non permette di utilizzare dei ponteggi.


Infatti qualora ci dovessero essere dei problemi sotto questo punto di vista affidandosi ad una ditta di lunga esperienza come Biemme Restauri specializzata in rifacimento facciate a Firenze si può ovviare il tutto ad esempio prendendo in considerazione la tecnica su fune.

Con questo approccio si possono raggiungere tutti gli spazi della facciata e garantire agli operatori massima sicurezza e stabilità per effettuare un lavoro a regola d'arte.


C'è un vantaggio che riguarda non solo i costi ma anche e soprattutto le tempistiche perché non sarà più necessario occuparsi della realizzazione del ponteggio e del relativo smontaggio.


Ci sono tante opzioni da poter prendere in considerazione come le linee vita garantendo così massima versatilità e meno disagi peraltro anche per i condomini che non dovranno fare i conti con queste strutture estremamente ingombranti.

Cos'è il bonus facciate

Procedere con l'intervento di rifacimento della facciata esterna è fondamentale per il decoro dell'edificio e utile per prevenire problematiche relative a umidità e muffa in casa.

Questo discorso è ancora più conveniente se si tiene conto della possibilità di usufruire del bonus facciate.


Si tratta di uno sgravio fiscale che lo Stato mette a disposizione per quanti procedono con questo genere di intervento attraverso una detrazione d'imposta che è possibile ripartire in 10 quote annuali dello stesso importo.


Gli interventi ammessi al beneficio sono quelli relativi alla pulitura e tinteggiatura esterna delle superfici opache, della facciata, dei balconi e dei vari ornamenti che sono presenti sulla struttura stessa tra cui balconi, cornicioni, grondaie, parapetti, ringhiere.


Inoltre rientrano anche tutti quei lavori che permettono di migliorare il riscontro dal punto di vista termico.


Il bonus facciate è applicabile per tutti gli immobili che si trovano le cosiddette zone A e B oppure in quelle assimilabili tenendo conto delle normative regionali e dei regolamenti edilizi comunali.


Dal 2022 l'entità del bonus facciate è stato abbassato al 60% delle spese sostenute.

Da sottolineare che la detrazione è da intendersi in termini IRPEF e Ires per cui pensata per privati cittadini e imprese.

Un altro vincolo di cui tener conto è che l'intervento del rifacimento della facciata deve essere previsto per una superficie opaca in percentuale non minore al 10% di quella totale.

Infine tutti i pagamenti devono essere effettuati attraverso il bonifico bancario cosiddetto parlante ossia contenere tutte le informazioni.

Costo rifacimento facciate al mq

Un aspetto che ovviamente interessa moltissimo a un amministratore di condominio o comunque a un privato che vuole procedere con il rifacimento della facciata è il costo al metro quadrato.


Come spesso avviene in edilizia e in qualsiasi altro ambito questo valore non è possibile prevederlo senza aver effettuato un sopralluogo e soprattutto scelto la tipologia di lavoro da eseguire.


Infatti un conto è semplicemente procedere con la rasatura e la tinteggiatura della facciata esterna e altra cosa è procedere come l'installazione di un cappotto termico e uno strato di isolamento con decorazioni di vario genere, il ripristino delle canaline per lo scolo e così via.


In linea generale il costo al metro quadrato per un intervento di rifacimento di facciata a Firenze e in tante altre grandi città italiane può oscillare da un minimo di circa 60 euro a metro quadrato fino ad un massimo di €250 a metro quadrato.


In questo calcolo c'è da tener conto ovviamente dei materiali già inclusi di eventuali strutture indispensabili come i ponteggi, dell'opera di tecnici qualificati in fase di progettazione, smaltimento a discarica delle varie parti deteriorate, tinteggiatura e di altre questioni.


Da tener conto che il 60% di queste spese grazie al bonus facciate possono essere detratte comodamente in sede di dichiarazione dei redditi per 10 anni con importi di varia entità.

Ditte rifacimento facciate a Firenze, perché scegliere Biemme Restauri

Il rifacimento della facciata di un condominio e di una casa indipendente è indubbiamente un lavoro importante perché permette di dare nuova visibilità all'interno edificio e di correggere alcune problematiche funzionali che possono riguardare l'isolamento termico e l'impermeabilizzazione delle superfici opache.


Vista la complessità del servizio e l'esigenza di avere dei tecnici qualificati anche e soprattutto in fase di sopralluogo e di sviluppo del computo metrico è indispensabile affidarsi ad un'azienda specializzata come Biemme Restauri che da tanti anni offre il servizio di rifacimento facciate a Firenze.


Scegliendo questo interlocutore si potrà godere di tanti servizi inclusi come ad esempio il preventivo sviluppato da tecnici esperti, sopralluoghi gratuiti con la presenza di architetti e geometri e la completa gestione di tutte le varie pratiche edilizie necessarie come la certificazione di inizio attività, le autorizzazioni ASL, le occupazioni di suolo pubblico e quant'altro previsto dalle normative vigenti a livello comunale.


Tra l'altro Biemme Restauri ha come propria consuetudine quella di indicare in maniera precisa le tempistiche necessarie per completare il rifacimento della facciata e rispettarle minimizzando così il disagio dei condomini.


Il lavoro viene effettuato a regola d'arte con l'utilizzo di materiali di qualità che permettono di ottenere efficienza e lunga durata nel tempo.


Rivolgendosi a Biemme Restauri si ha la certezza di un intervento che consentirà di stare tranquilli ben oltre i 10 anni.

341 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page