top of page
  • seobuselli

Rasatura a Calce a Firenze: la Decorazione d'Epoca per Interni con Grassello


rasatura a calce a firenze realizzato dalla ditta edile Biemme Restauri

In un progetto edile la finitura delle pareti è una scelta molto importante in quanto ne determina la resa finale e il look degli ambienti. A seconda dei gusti si possono trattare le pareti con differenti tecniche che offrono effetti molto diversi tra loro.

Tra le varie tecniche la rasatura a calce è sicuramente molto utilizzata a Firenze, in quanto dona una resa finale unica ed esteticamente molto apprezzata. Stucco veneziano, marmorino, grassello o rasatura a calce, facciamo chiarezza su questo affascinante mondo.

INDICE ARTICOLO

Come rasare un muro

Differenza tra rasare e stuccare Che differenza c'è tra intonaco e rasatura?

Calce rasata

Finitura grassello di calce

Marmorino veneziano

Differenza tra marmorino e stucco veneziano

Rasatura a calce a Firenze

Come Rasare un Muro: Guida Passo Passo

Noi di Biemme Restauri siamo una ditta edile a Firenze con oltre 20 anni di esperienza nel mondo del restauro edile. Conosciamo alla perfezione le migliori tecniche per una resa finale dell’opera a regola d’arte.


Siamo specializzati in restauro edile nel territorio toscano, ogni giorno lavoriamo con l’architettura tipica di questa affascinante regione, dalla ristrutturazione di case coloniche, restauro di case di campagna, ruderi da restaurare, ma anche case nel centro storico di Firenze o antiche e signorili ville.


Ogni proprietà, a seconda dello stile e del contesto, necessità di interventi ad hoc, scelti anche in base ai materiali e alle tecniche utilizzate storicamente per la realizzazione dell’edificio.

In una ristrutturazione di unacasa colonica toscana, ad esempio, si potrebbe privilegiare la scelta di utilizzare il cotto fiorentino rispetto ad altri materiali, per questo è importante individuare la ditta di restauro edile in Toscana specializzata, proprio come Biemme Restauri.


Ma veniamo al punto, come rasare un muro? Questa operazione è molto importante, deve essere eseguita a regola d’arte per poter avere un risultato finale eccellente.


La rasatura del muro è un’operazione effettuata prima di passare alla tinteggiatura, un’operazione che prepara la parete proprio per la vernice o per il materiale scelto per la finitura. Più la rasatura viene effettuata con scrupolo e professionalità e maggiore sarà la resa finale della parete.


In pratica rasare un muro significa effettuare l’operazione di completamento dell’intonacatura. I materiali con cui viene fatta la rasatura del muro possono essere generalmente grassello di calce oppure intonaci rasanti a base di gesso o a base cementizia, o ancora varie tipologie di rasanti specifici per interni.


Se il muro che dobbiamo rasare presenta dei dislivelli o non è uniforme è opportuno trattare la parete con dei premiscelati che permettono di riportare la superficie ad uno strato perfettamente uniforme.


Una volta trattata la parete con il premiscelato si consiglia di passare la carta vetrata per livellare ulteriormente la superficie.


Infine, una volta preparata la superficie, per rasare il muro si dovrà spatolare la pasta rasante e stenderla sulla superficie attraverso una spatola piatta in metallo

Differenza tra Rasare e Stuccare

Come abbiamo visto sopra, rasare un muro significa prepararlo prima dell’imbiancatura, o finitura finale. E’ quindi il penultimo passaggio da effettuare per terminare il lavoro sulla parete.


La stuccatura, invece, è un passaggio precedente la rasatura, che ha la finalità di livellare la superficie. Esiste quindi una notevole differenza tra rasare e stuccare.

Se, ad esempio, la nostra parete da trattare presenta dei buchi, crepe o dislivelli, allora sarà necessario ricorrere allo stucco per poter riempire i buchi e le venature e livellare tutta la superficie.


Lo stucco, in pratica, è un materiale composto da una miscela a base di cemento, gesso e resine e può essere sotto forma di pasta malleabile o polvere. Il suo compito è quindi quello di riempimento, ovvero riempire crepe e buchi.

Che Differenza c'è tra Intonaco e Rasatura?

In ambito di trattamento di pareti e mura, è importante chiarire la differenza tra intonaco e rasatura.

Lo scopo dell’intonaco è quello di coprire eventuali buchi o altre anomalie presenti su una parete, mentre la rasatura serve per livellare il muro per poi procedere con la tinteggiatura.


Una volta trattata la parete si può procedere con la tradizionale tinteggiatura oppure con effetti decorativi molto accattivanti come la calce rasata, lo stucco veneziano o il marmorino.

Calce Rasata: la Finitura Alternativa della Tinteggiatura

In materia di trattamenti e tecniche di finitura delle pareti, un effetto davvero molto apprezzato e versatile è quello della calce rasata.


La calce rasata è quindi una tecnica di finitura delle pareti, spesso chiamata pittura a calce o stuccatura a calce rasata. Viene definita pittura perché, in effetti, unisce la necessità di stuccare le pareti con l’aspetto decorativo in un unico trattamento.

La tecnica di decorazione a calce rasata è una tecnica molto antica, largamente utilizzata in passato in tutta Italia.


Trattare le pareti con calce rasata è una scelta ottimale anche per ambienti umidi come il bagno e la cucina, ma anche per le finiture dei muri esterni in quanto ha proprietà antimuffa.


Finitura Grassello di Calce: la Classica Decorazione d’Epoca

La finitura di una parete con grassello di calce è una scelta oggi molto apprezzata in quanto dona un effetto davvero particolare agli ambienti offrendo, al tempo stesso, anche un trattamento molto resistente.


Il grassello di calce è un rivestimento che contiene un minerale che conferisce alla finitura un aspetto lucido.


E’ la scelta ideale per ottenere una decorazione d’epoca raffinata ed elegante, ma al contempo unica in quanto le sfumature sono diverse in ogni stesura.

Marmorino Veneziano, la Pittura che Imita il Marmo

Il marmorino veneziano è una tecnica di decorazione edile antica ma ancora oggi largamente utilizzata. La pittura marmorino, come dice il nome stesso, riproduce esteticamente il marmo, con i suoi colori, la sua lucidità e le sue venature.


Una volta realizzata la parete a marmorino la sua resa estetica è talmente verosimile rispetto al marmo che si faticherà a coglierne le differenze.

L’effetto può essere realizzato in molteplici colori ed è una soluzione ottima per molti ambienti o contesti, dagli interni classici ai più moderni, dalla sala da pranzo al bagno.

Differenza tra Marmorino e Stucco Veneziano

Esiste una differenza tra marmorino e stucco veneziano. Entrambi sono tecniche di decorazione per la finitura delle pareti ma, nonostante il risultato finale si avvicini molto, si tratta comunque di tecniche differenti.


La scelta del marmorino o dello stucco veneziano dipende da l’utilizzo specifico. In pratica si predilige lo stucco veneziano quando si ha la necessità di decorare una parete, mentre si sceglie il marmorino principalmente quando si deve effettuare un restauro.


Nonostante la stesura di entrambi i materiali sia pressoché uguale la composizione è differente. Lo stucco veneziano infatti ha bisogno di poca polvere di marmo.


Rasatura a Calce a Firenze

Noi di Biemme Restauri abbiamo lunga esperienza in trattamenti di rasatura a calce a Firenze.


Grazie alla nostra professionalità siamo stati scelti da molte realtà per la finitura delle pareti, da proprietà private come appartamenti nel centro storico o ville, ma anche strutture ricettive come agriturismi, hotel e resort.


La rasatura a calce a Firenze è infatti un trattamento molto richiesto, grazie alla sua resa estetica davvero raffinata e alla grande resistenza delle pareti lavorate con questa tecnica.

18 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page