top of page
  • seobuselli

Rivestimenti per pareti a Firenze


Rivestimenti per pareti a Firenze

L'obiettivo comune di ogni cliente è quello di ricreare un ambiente residenziale accogliente e funzionale alle proprie esigenze. Avere una casa bella da vedere è certamente un plus importante che fa star bene con se stessi e con il resto della propria famiglia. Per ottenere questo genere di risultati, è necessario porre massima attenzione a tutti i dettagli di un intervento di ristrutturazione e di costruzione da zero di un immobile. Tuttavia è indiscutibile che a fare la differenza siano poi le finiture e in particolare i rivestimenti per pareti previsti all'interno e all'esterno dell'edificio.


INDICE ARTICOLO


Rivestimento muro interno, idee e materiali

Per personalizzare una casa a prescindere se si tratti di una villa di campagna oppure di un duplex è importantissimo porre attenzione ai rivestimenti del muro interno.


Ci sono diversi materiali che possono essere presi in considerazione per arredare con stile e ricreare qualsiasi genere di design in casa.


Ci sono prodotti che rappresentano dei grandi classici come il legno che va bene praticamente per ogni ambiente ma è anche possibile prendere in considerazione la pietra, la ceramica oppure il gres porcellanato.


Il legno va scelto quando si vuole avere un ambiente che permetta di avere una sensazione di benessere e di qualità.

Il risultato finale può essere personalizzato rispetto alle tonalità scegliendo un'apposita essenza di legno.


Si può variare andando dalle essenze che propongono colori piuttosto chiari fino ad arrivare a quelli più scuri e decisi come il noce e il castagno.


La scelta va fatta anche e soprattutto in considerazione dello stile che si vuole ottenere e di tutti gli altri elementi presenti in casa a partire dalla pavimentazione.


Potrebbe essere interessante realizzare un meraviglioso contrasto cromatico tra pavimento e pareti in maniera tale da esaltare entrambe le zone.


Il rivestimento in legno va bene per la zona giorno ma anche per la zona notte. L'unico accorgimento riguarda la manutenzione del legno che potrebbe richiedere nel tempo dei piccoli interventi ad esempio nutrendolo con dell'olio e con dei trattamenti che lo ringiovaniscono dal punto di vista estetico.


Una soluzione alternativa al legno è la pietra. Un materiale che esteticamente e che per caratteristiche fisiche va benissimo per rivestire il salotto, la cucina ma anche il bagno e la camera da letto.


Il risultato certamente dal punto di vista estetico è molto differente perché c'è una maggiore tendenza verso lo stile rustico senza però perdere in termini di eleganza.


La pietra è disponibile sul mercato in tantissime varianti di colori e di consistenza per cui si può andare anche in questo caso da soluzioni molto chiare fino ad altre molto scure.

La scelta deve essere effettuata anche in base alla tipologia di arredi disponibili nella propria abitazione.


C'è da dire comunque che si sposa perfettamente sia con gli arredi moderni sia con quelli rustici per cui possiamo indubbiamente parlare di un prodotto versatile.


Una soluzione per sfruttare al meglio le caratteristiche della pietra potrebbe essere anche quella di procedere con la tinteggiatura e quindi la colorazione della pietra, cosa che può avvenire facilmente soprattutto se si scelgono dei mattoncini faccia a vista.


Le ultime tendenze del settore per quanto riguarda questo materiale sono relative alla possibilità di scegliere e utilizzare la pietra leccese che è funzionale allo scopo ma anche prodotti che arrivano dall'estremo Oriente per ottenere una casa più zen.

Se la pietra garantisce senza dubbio versatilità, lo stesso si può dire anche del gres porcellanato.


È un materiale che ha caratteristiche ottimali sia per la realizzazione di pavimentazioni sia per rivestire le pareti del bagno ma anche di altri elementi.


Ormai ci sono tantissimi marchi che propongono sul mercato un'ampia gamma di gres porcellanato che si diversifica per tonalità, trame e soprattutto per dimensioni della piastrella.


Si possono ottenere vari effetti a partire dai contrasti geometrici fino a quelli cromatici per avere ambienti più caldi oppure capaci di donare una maggiore sensazione di luminosità e di spazio.


Tra l'altro il gres porcellanato è un prodotto straordinario se si vogliono imitare altri effetti come quello del marmo piuttosto che della pietra e del legno. In aggiunta è inutile sottolineare come per questi rivestimenti non sia necessaria alcuna manutenzione per preservare la loro bellezza e l'integrità strutturale.


Di pari passo con i rivestimenti in gres porcellanato ci sono quelli in ceramica. Quest'ultima soluzione però viene decisamente preferita per i cosiddetti ambienti di servizio che potrebbero essere il bagno oppure una parete della cucina.


Grande disponibilità sul mercato con piastrelle in ceramica che si diversificano per colori, trame e soprattutto forme.


Si possono installare soltanto su una parete e anche su parte della parete per un effetto scenico funzionale.


Ci sono poi delle mattonelle con rilievi che offrono anche un effetto tridimensionale. A tal proposito va ricordato che sul mercato ci sono dei pannelli tridimensionali fonoassorbenti realizzati con la spuma di poliuretano ad alta densità.


I vantaggi di questi prodotti sono incredibili perché permettono di migliorare le caratteristiche acustiche dell'ambiente e di garantire massima versatilità grazie alla loro leggerezza e al fatto di poterli comporre in maniera modulare.


Si ottengono delle composizioni uniche ed esclusive come del resto avviene anche con i rivestimenti in metallo che rappresentano un po' l'ultima frontiera del settore.

I metalli possono essere personalizzati per colore ma anche per ottenere un effetto lucido oppure opaco.


Possono essere scelti per completare un rivestimento in pietra e in altri materiali. Ci si può sbizzarrire sulle forme ma anche sugli effetti che permettono di ottenere.


Per completare il quadro, c'è da evidenziare che sul mercato sono stati introdotti nuovi materiali come i pannelli in fibre di legno e di cemento.


Questi due prodotti peraltro sono utilizzabili anche in combinazione tra di loro per ottenere un effetto davvero originale e soprattutto migliorare le prestazioni termiche e acustiche della propria abitazione. Insomma, rivestire casa nelle pareti interne è importantissimo per accedere a un risultato finale esteticamente impareggiabile e al tempo stesso poter migliorare anche il comfort ottimizzando l'isolamento termico e acustico.


Per ottenere un risultato soddisfacente è però indispensabile rivolgersi a un tecnico qualificato e soprattutto a una ditta che da anni è attiva nel settore della progettazione e realizzazione di rivestimenti per ambienti residenziali come nel caso di Biemme Restauri con sede a Firenze.

Rivestimenti muri esterni economici

È importante rivestire il muro interno di un'abitazione ma lo è altrettanto se non di più eseguire il rivestimento dei muri esterni.


Infatti in questo caso non si tratta soltanto di un intervento estetico ma anche di natura strutturale.


In particolare è necessario realizzare un rivestimento del muro esterno in grado di proteggere la struttura interna da possibili infiltrazione di acqua e dall'azione potenzialmente dannosa degli agenti climatici in generale.


Per questo genere di lavoro è possibile valutare diverse soluzioni e materiali tra cui alcuni interessanti anche dal punto di vista economico.


I rivestimenti più diffusi sono la pietra naturale che conferisce una resistenza importante alla parte esterna dell'abitazione, ma anche il laterizio e il cemento.


Ci sono poi dei materiali più innovativi da poter prendere in considerazione come il PVC che garantisce un ottimo rapporto qualità-prezzo e la resina.


Ci sono poi dei prodotti realizzati dai più importanti marchi come il gres porcellanato per esterno.


Se il principale obiettivo è quello di tenere sotto controllo le spese, si possono valutare innanzitutto le lame viniliche ossia il PVC per le zone esterne.


Si tratta di un materiale plastico che permette un congruo risparmio in ragione delle tecniche di lavorazione industriali.


Tra l'altro permette anche di ottimizzare l'isolamento termico e acustico dell'intero edificio. Il PVC è anche molto versatile perché lo si può ottenere facilmente in qualsiasi tonalità e trama.


Una valida alternativa che grossomodo richiede gli stessi costi è quella di rivestire i muri esterni con i pannelli in finta pietra.


Molto interessante anche la scelta di rivestire con delle piastrelle in gres porcellanato che solitamente hanno un costo leggermente più alto rispetto ai pannelli in finta pietra di circa il 10 o al massimo il 15%.


Nella valutazione delle spese bisogna poi tener conto che ci sono dei costi relativi alla posa in opera che differisce a secondo del tipo di rivestimento.


La valutazione va quindi fatta in maniera complessiva tenendo conto del costo della materia prima e del relativo intervento necessario per la corretta installazione sui muri esterni.

Pareti in pietra per soggiorno, idee e consigli utili

Il soggiorno è la parte più accogliente della casa non fosse altro perché e qui che ci si rilassa e ed è la zona in cui si offre ospitalità ad amici e conoscenti.


Per ottenere un ambiente di grande impatto e che soddisfi le proprie aspettative estetiche, è però necessario occuparsene con una rivestimento adeguato.


Nel caso specifico è possibile pensare alla realizzazione di pareti in pietra.


In questo modo si ottiene un ambiente originale, versatile e di facile manutenzione. Non a caso in quest'ultimo periodo realizzare il soggiorno in pietra naturale è diventato un vero e proprio trend che mette d'accordo gli amanti dello stile rustico ma anche del moderno e di quello classico.


Infatti il design viene di fatto stabilito dalla tipologia di pietra naturale scelta.


Gli abbinamenti sono molteplici per cui ci si può divertire a creare degli spazi originali ed esteticamente unici nei proprio genere. Tuttavia ci sono dei consigli da prendere in considerazione per evitare degli eccessi oppure dei risultati che col tempo potrebbero stancare.


Ad esempio se si sceglie di realizzare il rivestimento con pietra a vista è preferibile optare per una sola parete per evitare di appesantire lo stile e garantire maggiore versatilità.


Infatti con i mattoni a vista magari con colore tendente al rosso, ci si può facilmente destreggiare con una pavimentazione in gres porcellanato molto moderna e tenue nei colori e con l'inserimento di elementi ulteriormente moderni come divani lineari, tavolini stretti e lunghi e così via.


Se invece si sceglie una pietra naturale, si ottiene una suggestione più rustica magari abbinando queste pareti con elementi di design come l'inserimento di finiture in legno e di prodotti più moderni.


Proprio l'abbinamento e l'alternanza tra la pietra e il legno permette di avere un ambiente magari più tradizionale ma al tempo stesso sofisticato ed elegante.


Se invece l'obiettivo è di ottenere uno stile armonioso e minimal, allora la scelta migliore potrebbe essere quella di optare per un effetto mattoni dalle tonalità chiare.


Ci si può divertire anche realizzando una sorta di colonne in pietra naturale da alternare con pareti semplicemente tinteggiate con tonalità bianche e chiare.


Un ulteriore consiglio è quello sempre di cercare un contrasto cromatico tra le pareti e la pavimentazione con l'obiettivo di ottenere eleganza e ricercatezza. L'alternanza come visto è anche funzionale qualora si decida di abbinare elementi moderni con altri più rustici o magari classici.

Rivestimento parete cucina, quale materiale scegliere

La scelta del rivestimento della parete della cucina potrebbe apparire come un qualcosa di semplice ma in realtà è necessario tenere in conto non solo l'aspetto estetico, ma anche la facilità di pulizia.


Infatti la parete della cucina viene sottoposta a eventuali schizzi e lo sporco creato durante la preparazione di un cibo oppure durante il lavaggio di stoviglie e di altri oggetti.

Questo significa dover scegliere un prodotto che sia una perfetta sintesi tra queste due esigenze. Una prima soluzione che rappresenta un po' la tradizione italiana in questo aspetto è la ceramica.


È un materiale molto resistente e semplice da pulire grazie a una superficie poco porosa. Tra l'altro i marchi che si occupano del design di ambienti residenziali propongono sul mercato diversi tipologie di proposte per quanto riguarda la ceramica pensata per la cucina.

Ci si può orientare verso piastrelle molto grandi per minimizzare la presenza di fughe oppure in soluzioni più contenute.


Altrettanto interessante è il rivestimento in gres porcellanato. È un materiale con ottime caratteristiche di resistenza all'assorbimento e di resistenza a eventuali urti fisici.


Lo si può realizzare in diverse colorazioni anche per riproporre l'effetto scenografico delle cementine. Negli ultimi anni c'è però una tendenza nello scegliere il rivestimento della parete della cucina in marmo e pietre naturali.


A differenza dei due precedenti materiali, si parla di prodotti più delicati che devono essere tutelati e trattati in maniera ottimale per evitare la formazione di fastidiose macchie e aloni. L'impatto estetico è indiscutibile e c'è la possibilità sempre di personalizzare il risultato scegliendo tra i vari colori disponibili.


L'unico accorgimento riguarda per l'appunto la manutenzione che deve essere effettuata con dei prodotti specifici.


Infine ci sono dei materiali più innovativi e funzionali come il rivestimento in resina che ha il pregio di eliminare completamente le fughe e di garantire comunque una resa estetica importante.


Non è neppure da scartare l'idea di rivestire almeno in parte la parete con l'utilizzo dell'acciaio, il che garantisce il massimo riscontro dal punto di vista igienico e un tocco di stile industrial nella propria cucina.

Boiserie parete, cos’è e quando sceglierla

Quando si vuole ottenere un ambiente elegante e confortevole bisogna pensare a dei rivestimenti particolari come la boiserie.


È un rivestimento in legno e in particolare si utilizzano dei pannelli di legno e in alternativa delle cornici realizzate in stucco, gesso oppure poliuretano.


Se si vuole accedere a una soluzione tradizionale è indispensabile usare il legno oggi disponibile sul mercato in diverse varianti anche per assecondare le esigenze economiche del cliente.


Questo rivestimento si caratterizza anche per presentare un bordo in rilievo sporgente e una scanalatura da personalizzare secondo le esigenze estetiche.


Sul mercato ci sono pannelli realizzati con intarsi, intagli e incisioni e inoltre ci si può sbizzarrire nella scelta delle forme geometriche e nelle dimensioni del singolo pannello.


Si può pensare a un rivestimento a tutta parete oppure fino a una certa altezza. Oggi ci sono prodotti più moderni che hanno rinfrescato questa soluzione che viene utilizzata già dal 700 in Francia.


Il consiglio è di prenderla in considerazione quando si vuole ricreare uno stile specifico come quello contemporaneo con dei pannelli in pittura liscia oppure uno stile classico con dei pannelli con bugne oppure con doghe.


Le decorazioni devono essere più articolate qualora si preferisca lo stile classico mentre per quello contemporaneo è meglio prediligere delle soluzioni semplici e lineari.

A chi rivolgersi in caso di rivestimenti per pareti a Firenze

Per realizzare dei rivestimenti per pareti di grande qualità che garantiscano bellezza estetica ma anche durata e resistenza nel tempo, è indispensabile rivolgersi ad aziende specializzate come Biemme Restauri.


Da oltre 25 anni lavoriamo a Firenze e in tutta la Toscana garantendo un servizio impeccabile e massimo supporto per il cliente sin dalla fase di progettazione e di scelta dei materiali più adatti.


Vengono garantite anche massima competenza e serietà, rispettando le tempistiche previste per la consegna dei lavori.

32 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page